Bimbo che cammina all'aperto
bebè in movimento

il bimbo in movimento: irritazioni comuni nei luoghi all'aperto.

3 minuti

Esplorare la natura con il proprio bimbo che cresce è uno dei momenti più belli per ogni genitore.

Vede ogni cosa per la prima volta: è un'emozione davvero profonda osservarlo mentre si stupisce per gli uccelli in cielo o quando si ferma a guardare i fiori.

È proprio una delusione, quindi, quando la natura ti si rivolta contro, provocando una brutta irritazione sulla pelle del tuo piccolino!

Sebbene le irritazioni possano angosciare anche il genitore più imperturbabile, quelle dovute all'ambiente naturale, nella maggioranza dei casi, non sono gravi: con le giuste precauzioni, tu e il tuo bambino potrete andare a spasso senza pensieri! Ad ogni modo, se la situazione ti preoccupa, consulta sempre il tuo medico o il tuo farmacista.

Le irritazioni comuni delle scampagnate

Irritazione da erba

"Io e mio figlio, Elijah, ci stavamo divertendo tantissimo quest'estate, giocando e rotolandoci nell'erba. Poi, quando siamo tornati a casa, la sua pelle era tutta irritata", racconta Julie. "Ho perso la testa, perché si poteva ancora vedere dove i fili d'erba avevano toccato la sua pelle. Ho pensato di non farlo giocare mai più all'aperto! In realtà non è stato così grave. Da quel momento in poi abbiamo fatto attenzione a vestirlo con pantaloni e maniche lunghe, quando giocava nell'erba, e una volta casa lo cambiavamo e gli davamo una sciacquata. Non è stata la fine del mondo".

Orticaria

"Quando a Ollie è venuta l'orticaria aveva all'incirca tre anni: mi sono spaventato così tanto che l'ho portata dritta in ospedale", racconta Mark. "È saltato fuori che era allergica alle punture di certi insetti, non avevo mai pensato a una cosa del genere! Prendiamo molte precauzioni, come maniche lunghe e un repellente, specialmente quando andiamo in vacanza. Poi portiamo sempre con noi un antistaminico".

L'orticaria si presenta con puntini rossi sulla pelle e può essere causate da punture di insetti e altri elementi naturali. Secondo l'NHS, solitamente passa da sola, ma se si verifica in relazione ad altri sintomi, come il rigonfiamento del volto o difficoltà respiratorie, porta immediatamente tuo figlio in ospedale, perché potrebbe avere una grave reazione allergica.

Bambino che gioca sullo scivolo

Piante velenose

"Anni fa eravamo in campeggio nel parco nazionale di Yosemite e, dopo avergli cambiato il pannolino, ho notato che mio figlio aveva mani e braccia irritate: doveva aver toccato dell'edera velenosa", racconta Jenny. "Sono un medico, quindi non mi sono agitata troppo. Ho capito subito cosa fosse successo, ma ancora oggi mi sento un po' in colpa per non essere stata attenta!".

Nel Regno Unito il rischio di avvelenamento grave o reazione allergica da piante autoctone è basso, ma la Royal Horticultural Society consiglia di insegnare ai bambini a non mangiare o giocare con le piante selvatiche (compreso il ranuncolo) poiché possono irritare la pelle, mentre altre, come i girasoli e i tulipani, contengono allergeni che possono avere effetti indesiderati.

Esplora il mondo

È facile sentirsi in colpa per essersi distratti un attimo, ma queste irritazioni della pelle sono molto comuni e solitamente non sono niente di grave. Tuttavia, rivolgiti al tuo medico o al tuo farmacista se c'è qualcosa che ti preoccupa.

Quindi, prepara il cestino da pic-nic, prendi le tue WaterWipes al Sapindus per pulire le mani e il volto del bebè ed esci a divertirti in mezzo alla natura!

Fonti:

  1. https://www.nhs.uk/conditions/hives/ (in inglese)

  2. https://www.rhs.org.uk/advice/profile?pid=524 (in inglese)

  3. https://www.nhs.uk/conditions/contact-dermatitis/causes/ (plant info) (in inglese)

teniamoci in contatto.

Registrati per news e aggiornamenti.

Ricevi le ultime novita` dalla nostra community. Promettiamo di non mandarti troppe mail.

iscriviti